Stefania Nicolosi – Cosa mi spinge a dedicare il mio tempo alla politica.

In questi quattro anni che mi hanno vista impegnata nella compagine governativa del Comune di Tuscania, ho avuto modo di constatare che molte sono le problematiche da  affrontare e risolvere, al fine  di dare un giusto servizio ai cittadini che ti hanno dato fiducia. Ma questo mio riscontro, molto spesso si è scontrato e in parte è stato vanificato, da questioni che non fanno parte dalla mia volontà, ma sono riconducibili a decisioni che attengono ad un più alto  livello amministrativo.

Debbo dire che l’esperienza di  consigliera al Comune di Tuscania, con deleghe all’Urbanistica, alla Polizia Locale e al Commercio e, da pochi mesi quale  Presidente del Consiglio Comunale , è stata la motivazione che mi ha disposto ad accettare la candidatura per la Regione Lazio, nella convinzione che io stessa possa dare un modesto contributo, affinchè la Regione Lazio venga amministrata con competenza, con onestà e con decisioni trasparenti.

Molte sono le cose da affrontare ma io credo che queste debbano essere le principali priorità: Lavoro, Sanità,  Trasporti e Ambiente,  Sicurezza e Cultura.

Tutte attività che l’amministrazione uscente ha gestito in maniera poco attenta, senza tenere conto delle istanze avanzate dai Comuni sul territorio e favorendo, in maniera evidente, tutte le amministrazioni di sinistra e ignorando quelle gestite dalla destra.

Lavoro: E’ l’argomento che deve essere messo in cima alle priorità,  in quanto i dati confermano che la Regione Lazio presenta una forza lavoro, in particolare giovani diplomati e laureati, non occupata. Questa situazione genera un grande disagio nelle famiglie e non consente ai giovani di programmare il loro futuro, traducendosi in uno spreco di energie costruttive per la nazione. Infatti è noto a tutti che molti giovani abbandonano la regione trasferendosi all’estero. Per far si che si possa incrementare il lavoro vanno affrontati e risolti i problemi che limitano le imprese ( vedi tasse, impossibilità di accedere a finanziamenti agevolati, burocrazia, mancati pagamenti da parte delle amministrazioni statali etc). Inoltre, è necessario dare impulso alla formazione mirata dei giovani  disoccupati, perché possano  essere messi in condizione di operare in quei settori produttivi che sono la spina dorsale delle piccole e medie imprese regionali. Per questo è ’ mio intendimento portare avanti e supportare quei progetti lavorativi che hanno come obiettivo  quello di difendere la specificità dell’economia legata al territorio e creare così un futuro di lavoro per i giovani.

Sanità: Un capitolo importante è la sanità regionale, che presenta delle incongruenze tali da generare quella che viene spesso chiamata Malasanità. E’ cosa nota a tutti che le liste di attesa per un esame diagnostico nella regione, sono degne di un paese sottosviluppato. I ritardi nella possibilità di accesso alle cure da parte dei malati, origina un costo aggiuntivo che deve essere eliminato. Vanno effettuati tutti quegli investimenti necessari per dotare la sanità pubblica di ulteriori  strumenti e tecnologie. Senza dimenticare il  capitolo non meno importante che è quello dell’adeguamento organico del personale nei DEA di primo e secondo livello. Inoltre va effettuata una revisione delle attuali convenzioni esterne,  quantizzando caso per caso i relativi costi.

Trasporti ed Ambiente: Il problema dei trasporti è una piaga regionale che non riesce a trovare soluzione. Ed è inutile che l’amministrazione uscente dica che è in corso l’ammodernamento del parco macchine. Sulle strade statali e provinciali della regione, si vedono molto spesso bus fermi perché obsoleti, con grave disagio per la popolazione e in particolare per i lavoratori pendolari che, in buona sostanza, sono gli utenti maggiormente colpiti dal disservizio. Per quanto attiene l’ambiente, vanno attuate soluzioni immediate per la salvaguardia dell’aria e dell’acqua, ma sono urgenti interventi specifici sui terreni, parchi, aree a rischio allagamenti e frane, attuando un maggior controllo e intervenendo nelle situazioni a più alto rischio. Bisogna disporre con immediatezza degli interventi divenuti ormai improcrastinabili. Ricordo che per la salvaguardia del territorio e dell’ambiente, si può attingere ai  fondi europei ma spesso non si è riuscito ad utilizzarli  per la mancanza di progettazioni adeguate.

Sicurezza: La presenza di migranti nelle nostre città che vagolano allo stato brado, senza un adeguato impegno giornaliero, fa si che la popolazione avverta questa presenza come un pericolo. Da amministratore penso che bisogna agire su due fronti. Il primo impegnare in attività socialmente utili questa forza lavoro che ha un costo per la società e secondo, predisporre di concerto con le autorità preposte (Polizia, Carabinieri, GdF) , un piano che miri a incrementare  la sicurezza, utilizzando e integrando le forze di Polizia Locale che devono essere impiegate non solo in compiti di normale attribuzione, ma includendole nel contesto operativo delle forze di polizia delegate a questo compito. Dare origine inoltre a un più accurato scambio delle informazioni tra le realtà di Polizia Locale e i Comandi di PS-CC-GdF, assicurando così un capillare controllo del territorio.

Arte e Cultura: questo è un argomento che mi sta molto a cuore in quanto laureata Architetto Conservatore dei Beni Architettonici ed Ambientali. La Regione Lazio, nella sua interezza, è un crogiuolo di arte e cultura e la città di  Roma in primis ne è l’esempio. Ma girando per le province si incontrano molteplici vestigia di arte e cultura che rivestono grande importanza storica e artistica e che sono un punto di forza  del territorio per l’afflusso turistico, che non vengono fatte risaltare adeguatamente. Bisogna perciò che la nuova amministrazione dia un segno di cambiamento, supportando e dando adeguata visibilità a tutte quelle iniziative che  fanno emergere queste bellezze artistiche, agevolando e incrementando il turismo. Fare si che tutto quello che attiene alla tradizione dei singoli territori, diventi aspetto culturale da tramandare e rendere noto al grande pubblico.

Queste sono le tante cose che mi piacerebbe, qualora eletta, poter porre come punto di riferimento della mia attività in regione. Sempre con un occhio alla realtà che spesso costringe tutti noi a limitare i nostri orizzonti, ma che non deve essere freno alla consapevolezza che gli obiettivi vanno sempre perseguiti

Arch. Cons. Stefania Nicolosi

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

WhatsApp chat