Papalia (FDI) : “Aiutare i cittadini con la creazione di un punto d’ascolto”

In un momento particolare come quello attuale abbiamo bisogno di ritrovare piena fiducia nelle istituzioni e in chi le rappresenta, ad ogni livello, a cominciare da quelle che immediatamente agiscono o possono agire sulle nostre esistenze.

Abbiamo bisogno di vedere semplificata il più possibile la quotidianità con la soluzione di problemi che all’apparenza possono apparire secondari ma che, nella realtà, sono invece importantissimi per la nostra qualità della vita.

Abbiamo bisogno, per tutti, di strutture scolastiche di ogni livello effettivamente fruibili e funzionanti. Abbiamo bisogno di strade integre e sicure sia dal punto di vista materiale sia da quello sociale. Abbiamo bisogno di servizi alla persona degni di tale nome. Abbiamo bisogno di un sostegno morale ed economico efficiente per le famiglie, tutte le famiglie, non solo quelle economicamente e socialmente svantaggiate; abbiamo bisogno di un fisco locale più equo e solidale.

Abbiamo bisogno di un coinvolgimento effettivo, totalizzante dei giovani che con la loro energia e voglia di fare e di cambiare sono il propulsore di ogni società civile. Servizi che funzionano liberano tutti noi da pesi sociali ed economici e ci danno la possibilità di incanalare risorse umane e finanziarie verso nuove finalità con maggiori potenzialità e vantaggi per tutta la comunità.

Certo, potrebbe sembrare un’ovvietà, una vuota banalità da spot elettorale, ma quanti di noi iniziano la propria giornata pensando a come ovviare alla mancanza di servizi od alla loro scarsa efficienza, invece di pensare alla propria famiglia, alla propria attività, alla piena realizzazione ed attuazione del proprio essere?

Meno pensieri per noi cittadini sono più idee e risorse per la comunità, per gli altri, maggiori possibilità per tutti, maggiore libertà. Spirito di servizio e sacrificio personale sono giustamente pretesi da un amministratore e questo non potrà che essere il mio impegno.

Di sicuro nessuno ha la bacchetta magica ma chi vuole prendersi l’onore di gestire la cosa pubblica, cioè i beni di tutti, ha l’onere, il dovere morale e intellettuale di fare e dare più degli altri, di vigilare, di ascoltare sempre e comunque i concittadini, di verificare ciò che si deve fare, si sta facendo e dovrà essere fatto.

A tal fine potrebbe essere utile la creazione di un pronto intervento per le famiglie e i singoli cittadini, un punto d’ascolto sia telematico, telefonico e con uno sportello da attivare all’assessorato ai Servizi sociali con la funzione di catalizzatore delle richieste pratiche a cui dare immediata, concreta risposta indicando, ad esempio, il servizio offerto e come ottenerlo, l’ufficio competente, l’ente pubblico o privato a cui rivolgersi.

Tiziana Papalia
Lista Fratelli d’Italia a sostegno di Giovanni Arena

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

WhatsApp chat