Il ruolo della donna tra lavoro e impegno politico

Il ruolo della donna tra lavoro e impegno politico. Di questo si è parlato ieri pomeriggio nel dibattito organizzato nella sede di Fratelli d’Italia di Viterbo.
 
Un’occasione non tanto di festeggiare solo l’essere donna, nel giorno della ricorrenza dell’8 marzo, ma più che altro un modo per condividere una riflessione su cosa significa oggi appartenere all’universo femminile nel mondo del lavoro e della politica.
 
Il discorso principale sul quale ci si è soffermati è stato il superamento del concetto riduttivo di quote rose e di tutela di genere, per impegnarsi invece a dare nuovi stimoli e nuove opportunità alle donne in ogni settore.
 
“ Le donne – è stato detto durante il dibattito – non devono essere trattate come una categoria protetta da salvaguardare con le quote rosa, ma al contrario sarebbe opportuno garantire loro tutti gli strumenti necessari alla crescita professionale senza che questa crei ostacoli e problemi a quella famigliare”.
All’incontro hanno partecipato Maria Antonietta Russo consigliera alle pari opportunità, Luigia Melaragni segretaria provinciale della Cna, Fosca Mauri Tasciotti, ex assessore al Comune di Viterbo e vicepresidente di Donna impresa, Antonella Stella consigliere comunale e Francesca Todaro delegata provinciale UGL presso Talete spa.
 
“In Italia si soffre molto la mancaza del walfare – ha detto Maria Antonietta Russo – che rende l’impegno politico e professionale troppo difficile alle donne. Questa, senza dubbio, è una perdita grave per tutta l’economia nazionale che non ha così la possibilità di contare su un apporto considerevole delle donne nel mondo impreditoriale e commerciale”.
 
Al dibattito, moderato dall’avvocato Gioia Maria Scipio, è emerso in particolare che una delle strade da percorre affinché le donne possano avere più ruoli nel mondo del lavoro e più potere contrattuale, è quella di unirsi tra loro e fare squadra.
 
Dopo gli interventi dei relatori anche il pubblico ha partecipato alla discussione su un tema così sentito dall’opinione pubblica.

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

WhatsApp chat