Fratelli d’Italia su Giunta Provinciale.

Il Pdl per bocca del suo capogruppo, commenta gratuitamente l’eventuale ricomposizione della Giunta provinciale e ci lascia senza parole.

In un momento delicato, il Pdl, cerca, per risolvere problemi politici interni, di tirare in ballo Fratelli d’Italia, ma così facendo ottiene l’esatto contrario e rema contro la chiusura di questo confronto in amministrazione provinciale.

Siamo usciti dal Pdl soprattutto ed anche per questi atteggiamenti di chi, sotto le luci della ribalta momentanea, si sente autorizzato a sentenziare per tutto e tutti. Si gioca come al solito a dividere e insinuare sospetti senza il minimo accenno di responsabilità.

Da quattro settimane stiamo tenendo un comportamento responsabile senza rilasciare dichiarazioni inutili ai giornali, non volendo mai interferire nelle scelte degli altri né prima né adesso. Abbiamo chiuso tutti e due gli occhi quando si facevano documenti per escluderci e metterci all’angolo e si continuavano a fare riunioni, anche ieri, senza averci mai invitato. Sappiamo di essere ospiti scomodi, forse perché non siamo abituati a tutelare l’interesse dei singoli e soprattutto a dire sempre di sì.

Apprezziamo gli sforzi e l’impegno che il presidente Meroi sta mettendo nella questione, sembra sia l’unico che riconosca Fratelli d’Italia come forza politica alleata e non come abusiva da escludere, ma cosí non si può accettare di andare avanti.

Le dimissioni da assessore di Bianchini e da presidente del consiglio di Camilli, stanno a dimostrare che si può amministrare senza avere presunti ruoli di rilievo o deleghe particolari, del resto la nostra linea politica, dal livello nazionale, è di opposizione e non ci spaventerebbe dunque nemmeno valutare attentamente l’operato della giunta di Palazzo Gentili, dove non siano presenti nostri rappresentanti.

Malgrado ciò continuiamo ad essere chiamati in causa soprattutto dal Pdl che continua ad operare in direzione ostinata e contraria a Fratelli d’Italia.

Ci domandiamo con estrema attenzione se si possa andare avanti senza essere realmente parte di una maggioranza, ma vogliamo ancora una volta dare fiducia al Presidente Meroi e gli chiediamo innanzi tutto di mettere fine a questa serie continua di esternazioni che non fanno altro che dividere.

Questa verifica poteva chiudersi già tre settimane fa se solo fossero stati evitati certi comportamenti.

Crediamo che leggere dichiarazioni di guerra fredda e tensione non sia la panacea per ricomporre una maggioranza, ed apprezziamo lo stile e i toni usati dal Capogruppo Udc che parla del suo gruppo e non entra nel merito di altre formazioni politiche.

Vogliamo trovare il giusto equilibrio, già dall’inizio, vogliamo sentirci parte integrante di una maggioranza che non serva solo a tirare a campare, ma che guidi la provincia fino al termine del mandato. Per fare questo servono rispetto e riconoscimento reciproco da parte di tutti gli alleati, altrimenti non ci sono alleanze.

Gianluca Mantuano
Capogruppo Fdi Provincia di Viterbo

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

WhatsApp chat