Fratelli d’Italia in piazza per la gente

La mattina dell’8 dicembre a Viterbo, in Corso Italia nei pressi di via del Suffragio, saremo presenti con un gazebo informativo della nostra attività e delle nostre iniziative tra cui la raccolta fondi a favore dei nostri connazionali Sardi colpiti dal nubifragio del mese scorso.

La campagna per la Sardegnaî sta raccogliendo numerosi consensi e saremo a disposizione di tutti i cittadini per spiegare nel dettaglio le modalità di partecipazione e la destinazione dei fondi donati.

Il gazebo sarà inoltre attivo per la raccolta firme su tre importanti petizioni diventate di carattere nazionale:

1) Per l’abolizione delle pensioni díoro ossia quei trattamenti economici che superano di oltre dieci volte la pensione minima in assenza di opportuna contribuzione durante la vita lavorativa. Non possiamo tollerare che in una Nazione civile coesistano privilegi intoccabili e pensionati che potrebbero rientrare nella soglia della povertà.

2) Chiediamo anche una firma per dire no a indulto e amnistia come soluzione al problema del sovraffollamento carcerario. Il problema è concreto ma non è rimettendo in circolazione tutti i delinquenti, che le forze dellíordine hanno con fatica e mettendo a rischio la loro vita assicurato alla giustizia, che possiamo pensare di risolverlo.

Iniziamo invece a stringere accordi bilaterali con i paesi di origine dei detenuti stranieri (circa un terzo della popolazione carceraria italiana pari ad oltre ventimila persone) per far scontare nel loro paese la pena detentiva. Ci teniamo a far capire ai nostri governanti che abolire questo reato suona al cittadino della nostra piazza come un pugno nello stomaco a tutti gli onesti che con serietà, dignità, ma anche con mille difficoltà vivono senza cercare facili scorciatoie.

Un provvedimento che suona come un premio a chi è disonesto e compie reati di ogni genere ed entit‡ e che invece merita una pena giusta ma certa.

3) Diciamo no anche all’abolizione del reato d’immigrazione clandestina, in discussione dal nostro governo e che rappresenta a nostro avviso un clamoroso passo falso che potrebbe determinare una massiccia impennata di flussi irregolari verso il nostro già martoriato paese. Siamo consapevoli che l’attuale legge possa essere migliorata ma non è cancellando il nome a un problema che se ne trova la soluzione.

Il nostro incoraggiamento, la nostra promessa e la nostra speranza sono che líiniziativa segua il successo della nostra petizione sull’impignorabilità della prima casa che, nata dai fogli su un banchetto, è arrivata in parlamento ed ha visto la sua approvazione in legge dello Stato.

Il nostro gazebo vuole principalmente essere un momento díincontro e riflessione con i cittadini di ogni idea e orientamento politico. Un ragionamento sereno e pacifico attraverso il quale arricchire la nostra esperienza con le voci dirette dei cittadini.

Paolo Bozzi
Portavoce comunale Fratelli d’Italia di Viterbo

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

WhatsApp chat