FDI: “Il sì alla delibera sul centro storico non è una delega in bianco”

Con il voto favorevole anche di Fratelli d’Italia è stata approvata la delibera sull’elaborazione e definizione delle linee guida e delle proposte di riqualificazione, valorizzazione e recupero del centro storico, si tratta di linee guida che forniscono i “binari” sui quali gli uffici potranno poi elaborare delle proposte tecniche.

Già da tempo abbiamo espresso il nostro assenso ad un serio e concreto intervento sul centro storico, relativamente anche alla circolazione e al parcheggio delle auto.

Partendo dal presupposto che non si tratta di una chiusura del centro storico ma di una pedonalizzazione, con interventi di valorizzazione delle piazze e dei monumenti, la delibera proposta è stata da noi votata anche per l’accoglimento dei vari emendamenti presentati, valutati tutti positivamente è migliorativi rispetto al deliberato proposto.

All’interno della delibera per la riqualificazione del centro storico è stata approvata la creazione di un tavolo di confronto al quale parteciperanno attivamente le associazioni di categoria, i cittadini e associazioni affinché le modalità di riqualificazione del centro storico siano condivise il più possibile.

Riteniamo che sia uno strumento preziosissimo per il quale ci siamo battuti prima della votazione in consiglio comunale, anche per questo che abbiamo dato il nostro voto favorevole a questa delibera.

Perché siamo convinti che mettere in piedi un vero e proprio osservatorio che dia voce alle concrete esigenze di chi il centro storico lo vive nella quotidianità, sia il modo migliore per cercare e trovare le soluzioni più adatte alla sua riqualificazione.

Tra tutti gli emendamenti presentati dall’opposizione, accolti in un maxi emendamento cumulativo, c’era dunque anche questo che, per entrare più nel dettaglio, prevede la istituzione di un osservatorio-tavolo di lavoro che, dalle linee guida tracciate in delibera, vera e propria cornice entro la quale l’amministrazione dovrà muoversi, possa essere strumento di confronto e collaborazione per la stesura dei progetti operativi per il centro storico.

Le associazioni di categoria, le associazioni tra cittadini, le varie realtà aggregative diverranno, dunque, attori della trasformazione del centro e dei vari progetti che lo interesseranno.

E’ infatti fondamentale che le associazioni di categoria si confrontino con l’amministrazione, nello specifico con l’ufficio speciale per il centro storico, che sarà costituito proprio in seguito a questa delibera, per partecipare attivamente alle varie scelte che verranno prese in corso d’opera.

Uno strumento, inoltre, che darà modo anche ai commercianti di far sentire la propria voce, in un momento economico particolarmente fragile e delicato, purtroppo caratterizzato da una massiccia chiusura delle attività nel centro storico. Grazie alle loro “voci” sarà possibile strutturare al meglio la pedonalizzazione prevista, come la realizzazione di tutti quei servizi necessari a una fruizione ottimale del centro, primi tra tutti i parcheggi.

Il nostro voto favorevole non rappresenta, quindi, una delega in bianco data all’amministrazione, ma soltanto di una condivisione generale, delle linee guida appunto, daremo comunque il nostro apporto con proposte, idee e progetti quando si passerà alla parte operativa.

Una delibera, quella approvata ieri, che ha una enorme importanza per la vita di tutta la città e che avrà un impatto rilevante sul tessuto urbano ed è proprio per questo che invitiamo l’amministrazione a gestire i successivi provvedimenti con la calma e la cura del caso.

E’ inutile accorciare i tempi e andare di fretta su un tema del genere, ponendo paletti temporali troppo stringenti che vanificherebbero il lavoro fatto ieri in consiglio.

Non va dimenticato, infine, che all’interno del discorso di riqualificazione del centro storico sono stati riconosciuti fondamentali tutti quei progetti già previsti, approvati e finanziati per 13 milioni di euro con il progetto Plus è realizzati dalla precedente amministrazione.


Gruppo consiliare Fratelli d’Italia al Comune di Viterbo

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

WhatsApp chat