FDI-An: Villa Lante muore e il sindaco cerca rassicurazioni…

Un sindaco sempre più evanescente, sembra quasi capitato lì per caso, risponde alle nostre accuse sulle promesse fatte e non mantenute per quanto riguarda villa Lante.

Lo fa con un laconico comunicato in cui assicura i cittadini di aver “telefonato alla Soprintendenza”, del resto, secondo lui si tratta solo di un “problema burocratico”…

Beh, sinceramente, sindaco un museo cittadino che viene spogliato a natale dei suoi quadri di maggior rilievo, villa Lante chiusa nei giorni festivi, il Museo dei Facchini chiuso perché non ha ancora ricevuto il supporto economico previsto, la città sporca, tante associazioni culturali che ancora devono vedere un euro per iniziative organizzate l’anno scorso, e Lei che fa? Da la colpa alla burocrazia.

Al tempo stesso, però, non ci pensa su due volte a mettere la tassa di soggiorno per quei pochi turisti che malauguratamente arriveranno in città dall’ormai prossimo 2015.

I privati si impegnano, organizzano, promuovono e tutto viene vanificato da un pubblico assente.

Altro che telefonate. Avremmo voluto sentire di un sindaco che senza indugi batteva i pugni sulla scrivania di Franceschini!

Proprio lei sindaco, che non perde occasioni per ripete di essere un imprenditore, ci dica quale privato chiuderebbe la propria azienda nei giorni di maggior affluenza di clienti? Quale privato si fiderebbe più di un pubblico che promette ma non mantiene?

Villa Lante muore di burocrazia e di incredibile incapacità ed inconsistenza politica, e lei cosa fa? Alza il telefono e cerca rassicurazioni!

 

FDI-An Viterbo

 

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

WhatsApp chat