ELEZIONI, I CITTADINI PREMIANO FRATELLI D’ITALIA

La disfatta del Pd e l’inesistenza dei Cinque Stelle.

E’ il doppio bluff che emerge dalle elezioni comunali nella Tuscia, pur con le singole specificità.

Le urne consegnano agli elettori dei dati assai significativi sui quali è fondamentale una riflessione politica ad ampio spettro.

Innanzitutto, lo scarso risultato raccolto dai candidati grillini che rappresenta la cartina tornasole di una campagna basata esclusivamente sulla sterile protesta e non supportata da un’adeguata proposta concreta ed alternativa.

In secondo luogo,  l’assoluta debacle del centrosinistra ed, in particolare, del Partito Democratico che perde ovunque, oppure, come nel caso di Capranica, viene fortemente ridimensionato.

La sconfitta a Ronciglione e, dato ancora più significativo, il ballottaggio a Tarquinia tra i due candidati del centrodestra, dopo anni di governo del centrosinistra, segnano una svolta epocale in un territorio che, nel segreto delle urne, esprime una stanchezza ed un malcontento diffuso.

L’altro aspetto significativo è, di contro, il riconoscimento e l’apprezzamento della proposta portata avanti dal centrodestra, in particolare con l’ottimo risultato ottenuto, in tutti i comuni, dai candidati di Fratelli d’Italia.

Il caso di Montalto,  con la riconferma del sindaco uscente Caci, dimostra in maniera palese come le amministrazioni che mettono al centro il cittadino vengono fortemente premiate.

L’aspetto ancora più significativo, all’indomani del voto, è che questa sconfitta risulta anche più scottante in considerazione di un asset politico che vede sia Regione che Provincia governate dal centrosinistra.

La campagna elettorale caratterizzata da endorsement autorevoli come quelli di Zingaretti non ha portato i frutti sperati, segno evidente che i cittadini sono ormai stanchi delle passerelle politiche mentre invece riconoscono i risultati ottenuti ed il buon governo.

Fratelli d’Italia – Viterbo

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

WhatsApp chat