De Carolis: “La lotta all’abusivismo non può cancellare la figura degli host”

Il pretesto della lotta contro l’abusivismo non deve tradursi in regolamenti vessatori o nell’aumento di burocrazia.

A Fratelli d’Italia non è sfuggito il tentativo del Pd di spazzare via la figura dei cosiddetti “Host”, ossia figure che convivono con gli albergatori classici e che, mettendo a disposizione le loro case ai turisti riescono ad integrare il proprio bilancio familiare.

Gli emendamenti presentati come “modifica al dl milleproroghe”, sono stati poi ritirati ma a che prezzo e a quali rassicurazioni?

Magari quelle di limitare il numero delle licenze rilasciate dai comuni?

Fissando un limite di durata delle locazioni e costringendo privati proprietari ad aprire partita iva? Tutto ciò significherebbe il tramonto di questa utilissima realtà e la chiusura di centinaia di migliaia di appartamenti con un conseguente ed inevitabile crollo del mercato immobiliare.

I turisti, ormai affezionati a questa forma di ospitalità, non sceglierebbero l’albergo quale alternativa e di conseguenza la loro presenza diminuirebbe significativamente.

I comuni, tra l’altro, non potrebbero più contare sulle entrate del contributo di soggiorno. Insomma, perché andare a distruggere un settore che funziona?

Questi emendamenti ed i programmi futuri sono l’ulteriore prova che il PD si accanisce contro due delle risorse più importanti che abbiamo in Italia: turismo e mattone.

A pagare le spese di un simile provvedimento, infatti, sarebbero i soliti proprietari che svolgono questa attività nella totale legalità, mentre gli abusivi continuerebbero ad operare nell’ombra.

E’ quanto dichiarano, in una nota congiunta, Marco De Carolis – Responsabile regionale Turismo Fdi e Salvatore Rinaldi Responsabile Dipartimento Turismo di FdI per Roma Capitale, con delega nazionale al settore extraalberghiero

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

WhatsApp chat