Buzzi (FdI) su stadio Rocchi

Non è nemmeno immaginabile che l’esordio della Viterbese avvenga al Rocchi a porte chiuse!

L’evento ha il sapore della beffa, considerando il seguito che ha avuto la scorsa partita a Canino con oltre mille tifosi, sostenitori, di questa nuova avventura della viterbese e, soprattutto, quanto sbandierato dal sindaco in campagna elettorale sulla squadra della nostra città.

La motivazione, banale ma evidentemente sufficiente a provocare tale conseguenza, sembra relativa all’assenza di alcune certificazioni sulla sicurezza delle tribune.

Certo l’aspetto tecnico, molto legato agli uffici, che sicuramente provvederanno in tempi strettissimi, non può non farci riflettere su come l’amministrazione in realtà mantenga gli impegni elettorali.

Iniziamo col dire che la delega allo sport non è stata data a nessun assessore, e questo già ci sembra grave, certo è il Sindaco che se ne occupa direttamente, ma in questo caso qualcosa non ha funzionato e lo stesso rischia una figuraccia!

Molto più grave, però, ci sembra essere il fatto che la gestione dello Stadio Rocchi sia stata affidata alla nuova società, oggi con reali potenzialità come squadra, dirigenza e presidenza, senza una regolare convenzione, procedura in atto per tutti gli altri impianti sportivi di Viterbo, ma solo tramite un nullaosta.

Da notare che la precedente società ha usufruito di una convenzione (sei anni).

Per questo chiediamo direttamente al sindaco di dimostrare concretamente il suo supporto alla Viterbese impegnandosi affinché domenica le porte del Rocchi siano aperte e che si impegni direttamente per la stipula di una convenzione per la gestione dello stadio almeno di sei anni. Ci auguriamo che tutto questo avvenga in tempi brevissimi e senza la ormai usata giustificazione che la colpa è degli uffici.

Cons. Luigi M. Buzzi
Capogruppo FDI Consiglio comunale

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

WhatsApp chat