Buzzi (FdI) su mercato di Viterbo

Sono di questi giorni una serie di annunci del Sindaco e della giunta relativi allo spostamento del mercato da piazza del Sacrario a Via Marconi e della chiusura al traffico del centro; tutto questo dovrebbe avvenire entro poco tempo.

Fratelli d’Italia, fermo rimanendo che potrebbero essere decisioni legate da una logica e, quindi, anche condivisibili, chiede come si possa fare proclami del genere senza che siano state condivise scelte, valutazioni e tutto quello che può definirsi il processo decisionale. Nelle competenti commissioni nessun consigliere ha fino ad ora potuto vedere proposte, progetti, avere informazioni o un benché minimo confronto con l’amministrazione su questi importanti argomenti.

Cosa ancora più grave è il mancato coinvolgimento sia delle associazioni di categoria sia di tutti gli interessati.
Eppure entrambi i progetti sono di forte impatto per la città.

Per quanto riguarda il mercato del sabato, è da tempo che si discute su un suo spostamento, varie sono state le possibili soluzioni proposte e mai si è giunti ad una soluzione. Indicare via Marconi come la panacea per la sua ricollocazione, se non supportata da elementi oggettivi, ci pare una soluzione azzardata. Alcune semplici considerazioni.

Avere libero il sabato mattina il parcheggio cittadino più grande è sicuramente positivo, ma tutti gli ambulanti riescono ed essere ricollocati sul ‘boulevard’?

Siamo sicuri che dopo il radicale ammodernamento sia giusto che venga destinata a questa finalità? Cosa ne pensano i negozianti?

Si parlava anche di trasferire il mercato a Valle Faul, certo a piedi non è facilmente raggiungibile da tutti, ma gli ascensori che si dovrebbero fare ed inseriti nel Plus servirebbero proprio a questo… Quale fine abbia fatto il Plus però non è dato saperlo, come se non esistessero delle date da rispettare per la sua realizzazione!

E proprio quanto previsto nel Plus riporta ad una nuova visione della città in cui ha senso la chiusura del centro storico.

Già nella passata amministrazione avevamo chiesto questo provvedimento, tenendo però presente due differenti aree, quella che noi definivamo più commerciale, ricompresa proprio tra via Marconi, corso Italia, piazza del Plebiscito e zone limitrofe, e quella invece storico culturale, dove peraltro si concentra la movida viterbese, e corrispondente alla zona medioevale.

Queste due aree hanno sicuramente necessità, orari di transito, vivibilità differenti. Sono necessarie, quindi, una serie di considerazioni, con un’ampia discussione tra tutte le forze politiche; ciò non sta avvenendo.

Sembra, invece, che l’amministrazione vada avanti mettendoci difronte a scelte già prese, alla faccia della condivisione che, appena qualche mese fa l’attuale maggioranza, allora opposizione, chiedeva a gran voce!

Per quanto detto Fratelli d’Italia nel prossimo Consiglio presenterà una interrogazione urgente proprio su questi due argomenti di cui, oltre ai vari annunci, non si conosce nulla, come del resto non si conosce nulla dell’operato dell’intera giunta, prova ne sono gli ordini del giorno dei consigli comunali.

Consigliere Luigi Maria Buzzi
Capogruppo Comunale di Fratelli d’Italia

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

WhatsApp chat