Buzzi (FdI) su arsenico

Come volevasi dimostrare… è stata emanata una nuova ordinanza che limita fortemente l’utilizzo dell’acqua.

Nonostante il 31 ottobre scorso sia scaduta l’ennesima deroga sui valori dell’arsenico contenuto nell’acqua, il problema non è stato risolto ed il sindaco Michelini si è limitato ad emanare un’altra ordinanza “cautelativa” con gravi disagi per i cittadini.

Quello che sembrava essere tutto un problema della passata amministrazione, in realtà è più che mai attuale e la presente amministrazione, malgrado le promesse trionfalistiche fatte in campagna elettorale, lo affronta a suon di ordinanze.

Non basta! Il sindaco deve avere il coraggio e sentirsi la responsabilità di far fronte al problema, anche affrontando la Regione Lazio che è il soggetto massimamente responsabile di questa situazione.

In tutto questo la Regione Lazio, infatti, ha profonde responsabilità, tant’è che non ha ancora collaudato gli impianti, e non ha indicato chi debba provvedere alla loro provvisoria gestione, prima di cederli alla Talete.

Per gli altri impianti, inoltre, speriamo che la Regione rispetti la tempistica di realizzazione prevista per il 2014.
Con una specifica mozione Fratelli d’Italia ha già sollevato il problema della responsabilità dell’ente Regione, mozione approvata all’unanimità in terza commissione.

È evidente che si tratta di una situazione complessa e gravosa, determinata dalle diverse amministrazioni regionali che si sono succedute negli anni; situazione che provoca disagi per l’approvvigionamento dell’acqua, rappresentando anche un costo non indifferente per il bilancio familiare.

Proprio nella mozione si chiedeva al sindaco, responsabile per legge della salute dei cittadini, di attivarsi presso i competenti uffici affinché si intraprendessero le azioni necessarie a tutelare la salute dei cittadini e gli interessi dell’ente.

Un’ordinanza ci sembra, francamente poco incisiva e del tutto inefficace, rispetto a quanto deciso nella mozione, al problema e alle promesse fatte ai cittadini.

Vorremmo, infatti, sapere come il sindaco si sia fatto sentire in Regione, che proposte ha avanzato, cosa intende fare! Ricordiamo tutti le sue promesse, ma non vediamo ancora concreti risultati.

Luigi Maria Buzzi

Fratelli d’Italia in consiglio comunale

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

WhatsApp chat