Buzzi e Grancini: Una batosta da 140 euro in più a persona

Per i semplici cittadini rischia di passare sottovalutata l’operazione che questa maggioranza, Michelini e Ciambella in testa, sta mettendo in atto con il bilancio appena presentato alla stampa e di prossima discussione.

Sì perché quello che non si dice, ma di facile comprensione a tutti, è che questo bilancio attraverso la leva fiscale costerà alle tasche dei viterbesi oltre 140 euro in più di tasse per cittadino; cioè per ognuno dei 63mila viterbesi.

Un esempio? Una famiglia di quattro persone pagherà in media ulteriori 560 euro.

Altro che semplice caffè come detto dall’assessore Ciambella, un caffè amaro molto amaro. Bilancio peraltro anche condiviso da alcuni sindacati che hanno già espresso un ampio parere favorevole a quanto riportato tra Imu, Tasi, Irap e addizionale Irpef, ma stupisce anche il silenzio di altre sigle sindacali. Le Associazioni di categoria, inoltre, che ne pensano? Sono state coinvolte?

La domanda che ci poniamo e che porremo anche a sindaco e assessore è dove andranno a finire questi soldi, a cosa serviranno?

Certo dalla lettura del piano esecutivo di gestione – PEG. (entrate/uscite) rimaniamo ancora più sgomenti su alcune cifre e su alcune spese.

Una impostazione di bilancio completamente sbagliata e che si riversa tutta sui cittadini senza nemmeno il buon gusto di mantenere quella promessa fatta nel diminuire i costi della politica visto che sindaco e assessori si sono guardato bene dal diminuirsi i compensi, rimasti invariati.

Luigi Maria Buzzi – Gianluca Grancini
Fratelli d’Italia An

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

WhatsApp chat