Bianchini: Sugli immigrati Ncd schizofrenico

Era inevitabile che prima o poi gli effetti dell’operazione “Mare Nostrum” si facessero sentire anche nella nostra città.

È solo di poche ore fa l’annuncio dell’assessore ai servizi sociali su un possibile arrivo di rifugiati politici anche a Viterbo.

Del resto c’era d’aspettarselo visto che già Montefiascone è stato interessato da questo tipo di “accoglienza” e, soprattutto, Roma non può più fare fronte a questa che è ormai riconosciuta una emergenza nazionale.

Però quanti conoscono o tengono a mente i numeri reali di “Mare Nostrum”, di cui va fiero il nostro Ministro dell’Interno Angelino Alfano? Forse è bene ricordarli nella loro semplice e cruda brutalità (fonte il Sole24ore): 499 morti, 1.446 dispersi, 43.000 arrivi nel 2013, il 224% in più rispetto al 2012, 20.000 già nel primo trimestre del 2014, 9 milioni di euro al mese il costo sostenuto dall’Italia, insomma 100 milioni di euro per far entrare 150.000 immigrati, scortati dalle navi della nostra marina militare.

Con questi numeri è inevitabile che tutto il Paese subisca delle conseguenze, tant’è che lo stesso assessore parla di un allarmante aumento dei casi di povertà. In questo caso però di Viterbesi, di nostri connazionali; del resto l’attuale situazione economica tra licenziamenti, aziende che chiudono, commercianti che vanno a rotoli, non guarda in faccia a nessuno.

Ma l’operazione “Mare Nostrum” deve andare avanti, il ministro lo vuole!

Certo appaiono veramente strane, contraddittorie, strumentali le prese di posizione di esponenti locali dell’NCD, partito di Alfano, che invece si ergono a difensori delle prerogative cittadine appena sentono che Viterbo potrebbe essere invasa da rifugiati politici, aderendo a quella strana e cieca filosofia dell'”ovunque purché non a casa mia”. Dichiarazioni che evidenziano una spaccatura all’interno della “maggioranza”…

Fratelli d’Italia, pur comprendendo la situazione assurda in cui versano i popoli di alcuni paesi che si affacciano sul Mediterraneo, è stata da subito chiara rispetto a questo problema chiedendo che l’Europa intera se ne facesse carico, materialmente ed economicamente. Questo per la debolezza di chi ci rappresenta non sta avvenendo, ripercuotendosi sugli italiani ed è proprio di questo che si parlerà al prossimo incontro nazionale di FDI-An che si terrà il 18 ottobre a Regio Calabria dal titolo “Basta immigrati pensiamo agli italiani”.

Paolo Bianchini
Portavoce Provinciale FDI-An

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

WhatsApp chat