Ad Orte il più alto tasso di stranieri, regolari e non

Anche per il 2019 Orte conquista il primato nella classifica Istat della provincia di Viterbo per numero di stranieri residenti, con ben 93 differenti nazionalità e una percentuale del  21,19%, molto al di sopra di quella dell’intera regione Lazio che si attesta sull’11,64%.

Dietro i numeri ufficiali si celano cifre ben più elevate costituite da uno stuolo di immigrati non ufficialmente residenti, che si ammassano negli appartamenti locati ufficialmente ad una persona o ad una piccolo nucleo familiare, in realtà ospitanti gruppi molto numerosi.

I Sindaci, le Amministrazioni locali, dopo anni di tagli, carenti  di risorse e personale fanno fatica a gestire una situazione che andrà peggiorando.

La presenza massiccia di immigrati ad Orte, censiti e non, spacciata spesso come esempio di accoglienza e solidarietà, in realtà  il risultato di una volontà, legittima sia ben chiaro, di far fruttare il patrimonio immobiliare, incide notevolmente sul tessuto sociale della Città, e ne stravolge il volto.

Orte anticipa in qualche modo quello che potrebbe essere il futuro dell’Italia, se i flussi migratori dovessero perdurare con i ritmi attuali.

Tra qualche decennio, l’Italia che abbiamo conosciuto non esisterà più!

Il nostro Partito sostiene da sempre che non possiamo, non dobbiamo accogliere tutti, soprattutto non i migranti economici, non in questa fase di crisi e incertezza. Per non parlare del problema sanitario legato all’arrivo dei clandestini. Rischiamo una seconda ondata di CoVID-19 a causa dei tanti positivi al coronavirus, che tra l’altro scappano dai centri di accoglienza, infischiandosene della quarantena a cui sono giustamente sottoposti.

A confermare la nostra preoccupazione, la notizia che un folto gruppo di migranti positivi al CoVID-19,  è arrivato in piena notte a Valentano ed è stato alloggiato nell’ex Convento dei Frati Minori, una struttura  non idonea allo scopo di contenere il contagio.

La strategia del Governo è inaccettabile:territori CoVID-Free vengono stipati di clandestini infetti.

C’è una sola soluzione contro un Governo la cui unica preoccupazione è l’accoglienza indiscriminata e la distribuzione dei migranti, oltre al mantenimento delle poltrone attraverso il prolungamento dello stato di emergenza, che limiterà la nostra  libertà, ma lascerà i clandestini liberi di girare: chiudere i porti e indire nuove elezioni, affinché gli Italiani possano finalmente scegliere da chi essere governati.

Jean-Pierre Scarpelli

Resp. Dip. Legalità Sicurezza immigrazione Fratelli d’Italia -Viterbo

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

WhatsApp chat