“A Viterbo vinceremo al primo turno”

Mauro Rotelli appena eletto alla camera, ma Fratelli d’Italia già guarda al prossimo impegno elettorale. Le elezioni comunali. “Possiamo vincere al primo turno – osserva Rotelli – facendo anche risparmiare soldi alla comunità evitando il ballottaggio”.

E sul candidato sindaco: “Puntiamo a presentare un nome per la carica di sindaco, che non sia solo candidato”.

L’incontro per un bilancio della tornata appena conclusa, è l’occasione per andare oltre.

“Sono cinque i comuni della Tuscia – osserva Giuseppe Talucci Peruzzi – che rinnovano le amministrazioni in primavera: Abbiamo trovato l’accordo con tutto il centrodestra a politiche e regionali, lo troveremo pure per il capoluogo. Con buona pace di chi vuole vederci divisi.

A Viterbo, Fratelli d’Italia è al 42%, il Pd 20% e i 5 stelle al 28%. Siamo pronti per riconquistare il comune, possiamo vincere anche al primo turno”. Partendo dalla “dote” di voti appena raccolti. “Sono stati 14mila i voti alla camera dei deputati – spiega Giuseppe Talucci Peruzzi – sommando i 3 comuni dell’altro collegio uninominale e 13mila i voti alla regione Lazio, il doppio del dato nazionale, con un partito in continua crescita”.

A proposito di regione: “Il centrodestra ha vinto, Zingaretti non ha una maggioranza e la nostra coalizione ha ottenuto percentuali più alte. Purtroppo, l’azione di disturbo di Sergio Pirozzi, l’unico a non avere capito il progetto del centrodestra, non ci ha consentito di conquistare la vittoria”.

Tra gli ingredienti, Mauro Rotelli, neo deputato, vede l’unione del partito. “Sfido qualsiasi partito – osserva Rotelli – a organizzare una conferenza come questa, tutti uniti. Tante forze non solo non sono riusciti a fare un incontro simile, ma nemmeno una foto insieme”.

Ce n’è pure per formazioni politicamente più vicine a FdI: “La pseudo destra che pensa di dare segnali importanti – osserva Rotelli – finisce per favorire la sinistra, anche estrema. Lo abbiamo detto in campagna elettorale. Hanno fatto un bel servizio all’intera regione Lazio. Parisi avrebbe fatto la differenza”.

Si riparte: “Da subito sediamoci a un tavolo – osserva Rotelli – trovare non solo un programma condiviso per la città, punti su cui fondare un’alleanza e poi il candidato sindaco. Per quanto ci riguarda, non ci sarà spazio per operazioni alla Pirozzi”.

Un successo clamoroso, quello del 4 marzo, per Massimo Ceccarelli, candidato alla regione. Stefania Nicolosi ringrazia gli elettori, anche quelli in realtà non toccate dalla campagna elettorale.

C’è stato, poi, un risultato importante nei paesi della bassa Tuscia. Lo fa notare Ilaria Tranfa, che ringrazia molti che l’hanno sostenuta, come il sindaco di Vasanello Porri, il presidente del consiglio Francesco Ricci e Alberto Cataldi.

Anche Laura Allegrini vede FdI in crescita: “Non va a ripescare nulla dal passato”.

“A Viterbo vinceremo al primo turno”

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

WhatsApp chat